È una questione di chimica

Quante volte vi è capitato di sentirvi ripetere questa frase “è tutto una questione di chimica”?

Questa espressione viene utilizzata per rappresentare o spiegare quella strana sensazione che si prova quando si viene attratti da qualcosa o qualcuno in maniera istintiva.

Difficile pensare che anche nell’ambito del marketing questa “chimica” sia fondamentale, vero?

Sì perché, oggi più che mai, per un’azienda, anche grazie alla crescita esponenziale del mondo dei social e alla loro continua evoluzione, è importantissimo individuare il proprio target di riferimento ed instaurare un buon rapporto con esso. Prima ancora di pensare a strategie e strumenti di comunicazione per la vendita, risulta vincente far sì che l’utente si affezioni al brand.

 

L’importanza di 3 CONCETTI fondamentali del marketing

Creare, la cosiddetta “Brand Community”, ovvero una fitta rete di comunicazione e dialogo online, mirata a garantire la nascita di relazioni forti e durature con i clienti, è fondamentale per sopravvivere sul mercato. L’utente, al giorno d’oggi, sceglie un prodotto o un servizio principalmente spinto da quel forte senso di fiducia, comprensione e coinvolgimento emotivo e non solo, che un Brand è capace di trasmettergli.

Se si riesce ad ottenere tutto ciò si è già a metà dell’opera. Durante questa fase è fondamentale non sottovalutare il “personal branding”, ovvero, la capacità di promuovere se stessi ed imprimere nella mente del consumatore un’immagine ben chiara di sé. Riuscire, quindi, a trasmettere i propri valori, i propri ideali e far sì che coincidano con l’idea che l’utente ha già del Brand.

Per raggiungere questo obiettivo, il modo migliore è aumentare la “Brand Experience”, ovvero, tutto ciò che è relazione, l’aspetto più emotivo legato all’essere parte di qualcosa e che si estende ben oltre l’aspetto utilitaristico. Non sempre questo passaggio risulta semplice, specie se si ha esclusivamente un’attività online, esempio un e-commerce, dove il contatto vero è proprio con il cliente viene a mancare.

Vengono, però, in nostro soccorso i social media che sono dei veri e propri canali di comunicazione che, oltre ad essere la nostra vetrina, ci aiutano ad interagire e fidelizzare con gli utenti. Questo meccanismo funziona molto bene soprattutto tra i giovani, in quanto principali fruitori di piattaforme quali Instagram e Tik Tok.

 

Come nella chimica anche nel marketing nulla deve essere lasciato al caso.

Saper sfruttare al meglio tutto ciò che ci circonda e che abbiamo a nostra disposizione, anche gli eventi negativi, ci aiuta a raggiungere prima i nostri obiettivi.

Parlare di se stessi, seguire i Trend del momento, fare ironia e soprattutto coinvolgere i propri Followers all’interno dell’intero processo creativo e non solo del Brand, può essere ed è la chiave del successo al giorno d’oggi.

Nuove aziende come Amabile, A-more e Ally Core Hair sono un esempio di come tutto ciò, se sfruttato nel modo corretto, porti ad enormi risultati, facendo accrescere in pochissimo tempo le vendite in modo esponenziale. Hanno avuto la capacità di far sentire compreso e rappresentato l’utente.

Martina Strazzer, all’età di soli 23 anni, è la proprietaria e fondatrice di Amabile, un e-commerce di gioielli che in soli tre anni dalla sua nascita conta più di 40 dipendenti ed un fatturato di oltre un milione di euro. Martina ha saputo sfruttare nel periodo del covid la piattaforma Tik Tok per creare la propria community e far conoscere, successivamente, i propri prodotti. Ancora oggi utilizza i suoi profili per condividere la sua quotidianità all’interno e all’esterno dell’azienda.

Il secondo esempio è A-more, un brand di moda, nato grazie alla tenacia e ai sogni di Camilla Clemente una ragazza di poco più di 20 anni. Anche lei, con la sua semplicità ed ingenuità, ha saputo sfruttare Tik Tok al meglio, riuscendo a coinvolgere ogni giorno sempre di più la sua community e renderla partecipe dei suoi successi ed insuccessi. Attraverso i suoi video chiede consigli, pareri e cerca tante nuove idee da chi si sente rappresentato e accolto dal suo Brand.

Per finire Alessia Rossini, conosciuta sui social come Ally Dolina, che attraverso Instagram principalmente, sta cercando di dar vita ad Allycore Hair, una sua linea di prodotti per capelli nata da un’esigenza personale. Dal giorno zero ha saputo coinvolgere i suoi Followers mostrandogli l’intero processo creativo e coinvolgendoli in qualsiasi fase del progetto. Dalla scelta del nome, alla creazione del logo fino alla scelta dei volti e delle modelle che rappresentassero al meglio il Mood Allycore. Ad oggi il profilo Instagram del suo Brand conta una community di oltre 200 mila follower ed un solo prodotto commercializzato già sold-out poco dopo il lancio.

Per concludere, questi esempi ci dimostrano che a volte basta saper sfruttare al meglio le tecnologie, gli strumenti, il periodo in cui ci troviamo e soprattutto un linguaggio adeguato e mirato, per creare la giusta chimica con gli utenti e dar vita, così, al proprio impero.

Non sai da dove partire?

Non temere… vieni a trovarci e ti aiuteremo a trovare la giusta chiave per rapportarti al meglio con i tuoi utenti ed accompagnarti in questo processo.



×

Ciao!

Clicca sul contatto per chattare su WhatsApp o manda una mail a erica@studioerica.it

× Come possiamo aiutarti?